L’eterno vino - Marsala

L’eterno vino - Marsala

di Antonella Amodio

Solo pronunciando il nome “Marsala” si evoca nell’immaginario collettivo la storia, la famiglia e le tradizioni. Ma che cosa è il marsala? È un vino “fortificato”, cioè prodotto con aggiunta di mosto concentrato (o acquavite, mosto cotto, alcol) che riprende il metodo di altri vini liquorosi come il Porto, lo Jerez e il Madera. Ed è proprio per produrre qualcosa di simile a uno di questi tre vini, che inizia nel Settecento la produzione del Marsala, grazie a John Woodhouse che - arrivato in Sicilia - scopre nei vini dell’agro marsalese le qualità per produrre il vino fortificato.

Il Marsala è prodotto sulla cosiddetta fascia del sole, quella striscia di terra compresa tra il 32° e il 41° parallelo di latitudine nord, dove - non a caso - nascono grandi vini liquorosi. 

Le uve autorizzate dal disciplinare di produzione sono: il grillo, il catarratto, l’ansonica e il damaschino, da impiegare singolarmente o congiuntamente.

La leggendaria longevità, legata alle fasi di lavorazione, produzione e maturazione, elegge il Marsala a vino eterno, essendo suoi compagni di percorso il tempo, il silenzio e la pazienza.

Il vino prodotto dalle Cantine Florio 1833, storica azienda di Marsala, è ottenuto da sole uve grillo ed è lasciato maturare per otto anni in antiche botti di rovere da 1.800 litri. 

Nel bicchiere mostra il colore dell’ambra con riflessi oro, mentre all’olfatto si riconoscono la frutta secca, i canditi e le spezie dolci. Il sorso è intenso, ricco e di buona acidità, mentre il finale è salmastro e persistente. Un vino che al sorso lascia immaginare grandi viaggi, fatti di suggestioni mediterranee in terre assolate, di profumi di incenso e spezie, aleggianti su panorami di struggente bellezza, come sono appunto quelli di Sicilia.

A proposito di bellezza, vanno visitate le Cantine Florio, non solo per ammirarne l’antica struttura, ma anche per conoscere dal vivo la produzione del Marsala, in parte osservabile durante la visita.

Il Marsala Vergine Terre Arse 2003 lo abbiniamo alla pastiera napoletana, ai plummeddi (tipici dolci siciliani), alla cassata, alla colomba e alle tante prelibatezze di pasticceria che caratterizzano il periodo della Pasqua.

 

Marsala Vergine Terre Arse 2003

Cantine Florio

Via Vincenzo Florio - Marsala ( TP )

Prezzo orientativo in enoteca: € 15,00 circa