adv tutta pagina 2021

Secondi

Aluzzo alla brace colatura di alici friarielli e limone

Aluzzo alla brace colatura di alici friarielli e limone

dello chef Antonio Petrone, ristorante Pensando A Te, Baronissi

 Ingredienti per 4 persone

  • 2 aluzzi di media grandezza freschissimi sfilettati e spinati
  • 200 g di cime di friarielli
  • 1 limone Sfusato d’Amalfi
  • Colatura di alici di Cetara
  • Peperoncino
  • Timo serpillo
  • Pepe
  • 200 ml di acqua naturale
  • Olio evo
  • Aglio della Valle dell’Ufita
  • Germogli per decorare

Procedimento

Assicuratevi che i filetti di aluzzo siano stati abbattuti e deliscati, tamponateli e ponete nel mezzo pepe, timo, zeste sottilissime di limone.

Sovrapponeteli formando dei piccoli salsicciotti con la pellicola avendo cura di lasciare la pelle verso l’esterno e poneteli in frigo per almeno 30 minuti.

In olio evo fate rinvenire l’aglio della Valle dell’Ufita, poco peperoncino, unite le cime di friarielli, lasciate cucinare coperto a fuoco moderato per circa 30 secondi, aggiungete qualche goccia di colatura di alici di Cetara e spegnete.

Cucinate l’albedo di limone nel suo succo e l’acqua, frullate con la buccia e ottenetene una purea che aggiusterete di gusto con la colatura di alici.

Porzionate i filetti di pesce, privateli della pellicola, massaggiateli con poco olio evo, e cucinateli alla brace 30 secondi per lato, impiattate a piacimento avendo cura di unire al pesce ed ai friarielli la purea di limone, qualche fogliolina tenera e olio evo.

Image
Amiamo la cucina del Sud Italia per il suo essere gustosa e ricca di biodiversità, ma anche culla di cultura, storia e storie importanti.
Vogliamo raccontarvelo tutto questo nostro territorio, attraverso la cucina e l’agroalimentare, non perdendo mai di vista bellezze naturalistiche e beni architettonici.

Privacy Policy