Busiate al matarocco melanzane

Busiate al matarocco melanzane

di Giovanna Pizzi

Le busiate, che possono essere corte o lunghe, hanno la forma di un piccolo tubo attorcigliato su sé stesso che assume una caratteristica forma elicoidale che avvolge e trattiene il condimento. Il loro nome probabilmente deriva da “busa”, parola locale che indica il gambo di un’erba, la disa, che veniva tradizionalmente utilizzata per prepararli e dare loro la tipica forma ma potrebbe anche derivare da “buso”, un particolare ferro da maglia utilizzato per la loro preparazione. Il condimento tradizionale per eccellenza è il pesto alla trapanese. Chiamata in loco “pasta cu l’agghia”, è un condimento crudo a base di aglio, pomodoro, mandorle, pecorino, basilico, sale e olio. Invece il condimento tipico della zona di Marsala è il “matarocco”, un pesto a base di pomodoro aglio e basilico tagliati grossolanamente.

La ricetta dello chef Michele Milazzo

Ingredienti per 4 persone

  • 200 g di pomodoro rosso
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1 spicchio d'aglio
  • Olio evo
  • 1 melanzana
  • Sale
  • Pepe

Per le busiate

  • 400 g di farina 00
  • Acqua

Procedimento

Impastate farina e acqua fino ad ottenere un composto omogeneo, prendete un pezzetto della pasta, arrotolatelo con il palmo delle mani e poi avvolgetelo intorno ad uno steccone di legno che lavorerete fino ad ottenere un vortice che poi sfilerete. Per il matarocco tagliate a piccoli pezzetti il pomodoro, tritate aglio e basilico e uniteli al pomodoro, aggiungete olio, sale e un pizzico di pepe.

Per la crema di melanzane avvolgete la melanzana nella carta stagnola e infornate a 180 gradi per 15 minuti, recuperate la polpa aggiungete sale e pepe e frullate con un mixer.

Dopo aver bollito e scolato la pasta scaldate leggermente il matarocco e saltatevi la pasta. Decorate con crema di melanzane.