Antipasti e sfizi

L’italianissima insalata russa

L’italianissima insalata russa

di Carmen Autuori foto di Giuseppina Pepe

Nel “Cuoco Galante” Vincenzo Corrado, precisamente nella sezione vegetariana del suo trattato di cucina, riconduce l’origine di questa pietanza alla regina di Polonia, Bona Sforza D’ Aragona (1494-1557), poco amata dai polacchi tanto da venir chiamata “l’avvelenatrice”, che adorava servire nelle sue eleganti cene le insalate, ed in particolare quella di patate condita con panna acida, una antesignana della nostra protagonista. Per la notorietà di questa pietanza fondamentale fu il contributo di Lucien Olivier (1838-1883), cuoco francese trasferitosi in Russia, che la inserì nel menù di gala per l’inaugurazione dell’Hotel Hermitage a Mosca, frequentato dalla miglior aristocrazia europea e non solo. E così assunse il nome di Insalata russa.

 

Ingredienti per 4 persone

400 g di maionese (meglio se fatta in casa)

2 patate medie

3 carote 250 g di piselli

1 barattolo di giardiniera da 300 g (peso sgocciolato)

Sale

Procedimento

Lessare tutte le verdure compreso i piselli oppure, ancora meglio, cuocerle a vapore. Tagliare a dadini piccoli. Lasciare sgocciolare la giardiniera e ridurla in tocchetti della misura delle verdure lessate.

Salare e lasciare raffreddare molto bene dopo aver mescolato il tutto. Condire le verdure con la maionese, disporle a forma di cupola in un piatto da portata e servire ben fredda.

Image
Amiamo la cucina del Sud Italia per il suo essere gustosa e ricca di biodiversità, ma anche culla di cultura, storia e storie importanti.
Vogliamo raccontarvelo tutto questo nostro territorio, attraverso la cucina e l’agroalimentare, non perdendo mai di vista bellezze naturalistiche e beni architettonici.

Privacy Policy